Google

- Il linguaggio d’odio (di Beatrice Mennella)


Una violenza dilagante, tra i giovani, nelle famiglie, che si nutre di un linguaggio d’odio trasmesso esplicitamente ma anche subliminalmente, attraverso video, canzoni, giochi, massmedia.

Un linguaggio d’odio che propaganda falsi valori: il non rispetto per l’altro, l’uso della prepotenza, una sessualità insana, l’abuso di sostanze alcoliche.

Prendiamo ad esempio certe canzoni così in voga tra i giovanissimi, i cui testi trasmettono chiari messaggi che incitano a comportamenti aggressivi, per se stessi e per gli altri, e violenti contro le donne.

“Ne uccide più la lingua che la spada”, ancor più, se la parola viene veicolata all’interno di una musica apparentemente armonica, in realtà volutamente privata della melodia e cadenzata per far battere il passo al ritmo dell’inconsapevolezza.

Giovani donne, figlie, sorelle, madri, mi rivolgo prima di tutto a Voi, certe canzoni ledono la nostra dignità e generano una pericolosa aggressività contro di noi, nei nostri fratelli, amici, mariti, figli, ai quali anche mi rivolgo, affinché si ribellino loro per primi e non si lascino manipolare.

Prendete sane distanze da tutto ciò che veicola e alimenta sentimenti distruttivi e autodistruttivi.

Rifiutate le canzoni che contengono messaggi di odio, di sconfitta, di paura, in cui si tende a trascinare chi ascolta verso il basso, e, purtoppo, a volte, anche verso il baratro.

Questo a seguire è il testo di “Hey Tipa”, una delle canzoni del cantante rapper Sfera Ebbasta. I messaggi che vengono trasmessi inneggiano all’abuso di sostanze alcoliche, a pratiche sessuali che nulla hanno a che fare con l’amore che dovrebbe contraddistinguere l’adolescenza: in sintesi, incitano a comportamenti insani, per se stessi e per gli altri, e aggressivi contro le donne.

Questi messaggi così accattivanti, perché diffusi attraverso la musica all’interno del gruppo, manipolano le anime, creando il gusto dell’orrido anche nei rapporti affettivi, tolgono la speranza perché subliminalmente dicono all’inconscio della persona che non potrà mai farcela a realizzare il meglio di sé. Le potenzialità umane restano soffocate, inconsapevoli e inespresse, e questo genera danni personali e sociali incalcolabili.

È soltanto un esempio, tra le tante canzoni dei vari cantanti tanto seguiti dai giovanissimi.

Hey tipa. vieni in camera con me!

Luccico, quando esco per la strada

Luccico, non esco se non ho un completo lucido

la tua tipa mi guarda, ah dubito

che voglia solo fare amicizia, mi vuole subito (Wow!)

mi vede e dice “WOW”

e le sue amiche “WOW” santarelline

ma a me mi sembra Bendhouse

Quanto sei porca

dopo una vodka

me ne vado e lascio un post-it sulla porta

Le more, le bionde, le rosse, le mechesate

vestite da suore o con le braccia tatuate

le alternative, le snob pettinate, spettinate sotto le lenzuola ubriache

Le tipe che ho avuto, le tipe che avrò

So che mi vuoi non dire di no

Lasciami il numero e se mi ricordo

magari un domani ti richiamerò

io non lo so cosa ti faccio

però mi cerchi lo so che ti piaccio

sono una merda ragiono col cazzo

oggi ti prendo, domani ti lascio

Hey tipa! vieni in camera con me! e portati un’amica po-portati un’amica!

Dico Hey tipa! vieni in camera con me! e portati un’amica po-portati un’amica!

Dico Hey tipa! vieni in camera con me! e portati un’amica po-portati un’amica!

Dico Hey tipa! vieni in camera con me! e portati un’amica po-portati un’amica!

Hey troia! vieni in camera con la tua amica porca

quale? quella dell’altra volta

faccio paura, sono di spiaggia

vi faccio una doccia, pinacolada

bevila se sei veramente grezza, sputala

poi leccala leccala

limonatevi mentre Gordo recca

gioco a biliardo, con la mia stecca

solo con le buche

solo con le stupide

‘ste puttane da backstage sono luride

che simpaticone! vogliono un cazzo che non ride

sono scorcia-troie

siete facili, vi finisco subito

“Mi piaci, gioco hard” dubito

di te tipa, che vieni a casa mia con la tua amica

se non è una quinta amicca

Hey tipa! vieni in camera con me! e portati un’amica po-portati un’amica!

Dico Hey tipa! vieni in camera con me! e portati un’amica po-portati un’amica!

Dico Hey tipa! vieni in camera con me! e portati un’amica po-portati un’amica!

Dico Hey tipa! vieni in camera con me! e portati un’amica po-portati un’amica!

Dico!

© 2012-2019 Dentro BenEssere All Rights Reserved

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove